Servizi

La raccolta, il riciclaggio o lo smaltimento differenziati di pneumatici usati sono vantaggiosi dal punto di vista ecologico. I pneumatici ancora in ottimo stato possono essere muniti di un nuovo battistrada (rigenerazione). In tal modo si risparmiano risorse e si riduce l’inquinamento ambientale durante la fabbricazione. I pneumatici inservibili possono essere bruciati in un cementificio utilizzando l’energia in essi contenuta, risparmiando così grandi quantitativi di combustibili fossili. Mediante procedimenti meccanici è possibile estrarre dai pneumatici usati acciaio e gomma, che possono poi essere reimpiegati come materie prime per la fabbricazione di prodotti. Dal 1° gennaio 2000 il conferimento in discarica dei pneumatici usati non è più ammesso.

Il servizio offerto da PM Ecorecycling Sagl è di creare un ponte solido tra smaltitori e/o rigeneratori di penumatici con garagisti e sfasciacarrozze.

Le migliori soluzioni attualmente disponibili per lo smaltimento di pneumatici usati non riutilizzabili sono l’incenerimento in cementifici e il trattamento meccanico con conseguente riciclaggio diretto dei materiali contenuti nei prodotti intermedi ricavati.

L’obiettivo della nostra azienda é quello di assicurare una raccolta sull’intero territorio e uno smaltimento ecocompatibile; promuovere la rigenerazione dei pneumatici usati in quanto soluzione di riciclaggio più ecologica; garantire la compatibilità ambientale dei procedimenti e delle forme di utilizzazione finalizzati al riciclaggio diretto.

Il deposito e lo smaltimento inadeguati di grandi quantità di pneumatici usati rappresentano un grave rischio per l’ambiente. Lo smaltimento dei pneumatici deve pertanto essere effettuato esclusivamente da imprese autorizzate, quali la PM Ecorecycling Sagl. L’esportazione può inoltre essere ammessa solo per i pneumatici che presentano un profilo conforme alle prescrizioni svizzere o che vengono inviati all’estero per essere trasformati ai fini del riciclaggio o per essere smaltiti nel rispetto dell’ambiente. La soluzione della ripresa e del finanziamento, introdotta da una parte del settore automobilistico, dovrebbe essere estesa a tutto il territorio nazionale ed adeguata il più possibile alle esigenze dei clienti.